Formazione Biblica

L'iniziativa è mantenuta fino ad oggi in tutto il mondo protestante. L'incontro, che ha luogo con modalità e tempi diversi secondo le situazioni, ha sempre carattere di formazione biblica ed è affidato a laici, spesso giovani (monitori), e utilizza metodologie moderne, suddivisione in gruppi di età, uso del disegno, della drammatizzazione, del gioco.
SCUOLA DOMENICALE

Gli incontri, settimanali, sono rivolti ai bambini e alle bambine dai 5 ai 10 anni circa.

Nel corso dell'anno impareremo a conoscere meglio personaggi biblici come Noè e Mosè, ma anche Albert Schweitzer; inoltre rifletteremo su cosa possono significare parole come CASA o PAURA, ma anche su cosa si nasconde dietro a feste come Natale, Pasqua o Pentecoste.

Il materiale usato è quello del Servizio Istruzione ed Educazione (SIE) della Federazione delle Chiese Evangeliche in Italia (FCEI) ed è strutturato in tre fasce d'età: piccoli (5 e 6 anni); medi (7 e 8 anni); grandi (9 e 10 anni).

Oltre a lavorare con questo materiale, vengono svolte attività ludiche e manuali, si dedica la prima parte  dell'incontro al canto, si preparano insieme i "culti delle famiglie", l'attività con una gita di un fine settimana.

Gli incontri sono di circa un'ora e si svolgono in contemporanea durante i culti.

CATECHISMO

 

Dopo la conclusione del ciclo della Scuola Domenicale ragazze e ragazzi che in genere frequentano le scuole medie inferiori passano al ciclo di precatechismo.

Tenuto in modo congiunto dal pastore e dai catechisti, comporta alcune prie nozioni di storia valdese, del metodismo e del Protestantesimo, nonché la semplice illustrazione di alcune linee generali del messaggio evangelico attraverso la lettura e la spiegazione di uno specifico libro della Bibbia, in genere rappresentato da un Vangelo.  

Si tiene in un pomeriggio della settimana fissato ad ogni inizio autunno in funzione delle esigenze comuni dei ragazzi. Successivamente si ha la fase superiore della formazione cristiana, ossia i quattro anni del catechismo. Ragazze e ragazzi che arrivano che arrivano fino al secondo-terzo anno delle scuole secondarie superiori, insieme al pastore prendono familiarità con i temi centrali della narrazione biblica e discutono insieme questioni rilevanti per loro sul piano psicologico, affettivo, culturale.

Il percorso di formazione culmina con la confermazione, ossia con l'inserimento dei giovani come membri comunicanti della chiesa metodista.